Ciao Fotografi,

Oggi ho lavorato tutto il giorno su un paio di servizi di ritrattistica.

Prima per una coppia di fidanzati e poi per una famiglia.

Sapete cosa vi dico..

E’ un lavoro stupendo, perché quando si entra in sintonia con le persone si è in grado di far emergere la loro parte migliore, per poi coglierla per sempre in una fotografia.

E’ questo una degli aspetti che preferisco della fotografia e spero di essere in grado di trasmettervelo.

😀

Oggi per la nostra Lezione del Lunedì (in versione notturna, dato l’orario), continuiamo con la tecnica fotografica parlando di fotografia in HIGH-KEY.

Una fotografia in HIGH KEY (o in “chiave alta”) è un’immagine molto luminosa, che generalmente presenta poche ombre.

La tecnica dell’High-Key è applicata molto spesso nei ritratti (ma non solo) per creare delle immagini artistiche che trasmettono positività, leggerezza, purezza.

Come si applica?

➡️ si deve sovraesporre l’immagine, facendo attenzione a non “bruciare” il soggetto

➡️ si deve scegliere con attenzione il proprio soggetto affinché sia adatto a questo tipo di fotografia (se l’high-key trasmette positività, leggerezza, ecc. allora dovrò scegliere un soggetto appropriato).

➡️la tecnica viene applicata con maggior efficacia dove c’è poco contrasto, con ombre poco marcate.

➡️ si applica prevalentemente in fotografie “minimaliste”, ovvero dove è rappresentato solo il soggetto senza (o con pochissimi) elementi di disturbo.

Nella fotografia di questo articolo, scattata in studio qualche anno fa, ho applicato la tecnica High-Key sovraesponendo volutamente per creare un’immagine “angelica” della ragazza. Per esperienza sapevo che i capelli biondi si prestano bene per questo tipo di fotografia.

Un abbraccio,

Fabio