E se ti dicessi che il 99% dei fotografi paesaggistici fa questi 10 errori da principiante?

È vero, la fotografia di paesaggio può sembrare semplice, infatti non ha persone o soggetti in movimento da fotografare e quindi è sicuramente più facile delle altre. Non c’è niente di più sbagliato, credimi.

Certamente come saprai anche tu, scattare una fotografia di un bel paesaggio non è la stessa cosa che scattare una bella fotografia di un paesaggio, noti la differenza? È lì che i grandi fotografi si distinguono dagli altri e tu puoi essere uno di loro.

Partiamo però adesso con gli errori che devi assolutamente evitare.

ERRORE N. 1: ACQUISTO DI OBIETTIVI E ACCESSORI DI QUALITÀ DISCUTIBILE.

Quando inizi a entrare nel mondo della fotografia di paesaggio, sicuramente inizierai a scoprire che esistono moltissimi accessori che possono rendere le tue fotografie veramente spettacolari.

La prima cosa fondamentale da evitare è comprare la prima cosa che ti viene in mente. Infatti se acquisti un obbiettivo, un filtro o un cavalletto a basso costo, ovviamente la qualità delle tue fotografie ne risentirà (e anche di parecchio).

ERRORE N. 2: CONCENTRARSI SULL’INFINITO.

Adesso so a cosa stai pensando: Se io metto a fuoco il più lontano possibile (tenendo un diaframma chiuso al massimo) avrò la foto del mio paesaggio super nitida. SBAGLIATO!

Se metti a fuoco solo all’infinito sprecherai una grande porzione di profondità di campo e sarai costretto a usare diaframmi molto stretti facendo perdere nitidezza e, di conseguenza, qualità all’intera fotografia.

Ricorda che gli obiettivi raggiungono le loro migliori prestazioni con diaframmi intermedi f / 8 o f / 11, quindi l’uso di diaframmi molto aperti o molto chiusi ridurrà la qualità delle fotografie.

Se utilizzando diaframmi intermedi ancora non riesci a ottenere una perfetta nitidezza dell’intera fotografia, puoi utilizzare due tecniche:

 

  • Iperfocale: consiste nel conoscere la distanza alla quale la tua fotocamera metterà a fuoco in base alla focale che utilizzi e all’apertura del diaframma che scegli. Dal punto iperfocale, tutto sarà a fuoco.

 

  • Bracketing: consiste nello scattare più fotografie della stessa scena variando la messa a fuoco in ognuna di esse e poi, sul computer, unirle tutte e ottenere fotografie con una profondità di campo sorprendente.

ERRORE N. 3: IMMAGINI MOSSE.

Immagina questo: Se usi un diaframma chiuso (esempio f11), per non scattare una fotografia buia, cosa devi fare? Esatto: Aumentare ISO o ridurre il tempo di scatto.

Aumentare ISO però non è gratis: Costa Rumore. Perché dico che costa rumore? Perché nelle tue fotografie comparirà quella “grana” che ridurrà notevolmente sia la qualità e la nitidezza.

Diminuire il tempo invece ti esporrà al problema del micro mosso, o se tieni i tempi lunghi addirittura di una fotografia completamente mossa e inguardabile tanto da far venire il mal di testa.

C’è però un semplice “trucco” che ti permette di evitare questi 2 problemi.

Usare un cavalletto e un controllo remoto (come un pulsante esterno), infatti questo ti permetterà di non dover aumentare gli iso e poter utilizzare tempi anche molto più bassi, quindi avere una fotografia spettacolare. (Guarda qui sotto un esempio di una fotografia notturna, impossibile senza cavalletto)

ERRORE N. 4: MANCANO ALBA E TRAMONTO.

All’inizio della tua carriera di fotografo paesaggista potresti non avere l’attrezzatura necessaria per poter scattare le tue fotografie in condizioni di scarsa illuminazione, quindi sarai limitato alle situazioni in cui la luce ti è favorevole. Ciò può far sì che le tue foto di paesaggi diventino un po’ scialbe a causa dell’illuminazione.

Cerca di alzarti presto ed uscire a fare foto non appena sorge il sole o, ad aspettare il tramonto e scattare le tue foto al tramonto. Noterai che questi due momenti sono ottimi per scattare le tue fotografie poiché, grazie alla posizione del sole, la luce cade lateralmente sulla scena, creando trame, ombre e pattern molto attraenti che renderanno le tue fotografie di paesaggio più espressive.

    ERRORE N. 5: NON SFRUTTARE AL MEGLIO UN LUOGO.

    Non hai mai avuto la sensazione di non aver ottenuto le fotografie che avresti voluto? Purtroppo se dopo aver fotografato un tramonto non sei soddisfatto della fotografia risultante, per avere di nuovo il sole nella stessa posizione e per poter correggere l’inquadratura dovrai aspettare il giorno successivo, oppure tornare in un’altra occasione con un’idea più completa di quale sia il risultato che speri di ottenere nella tua fotografia e questo non sempre è possibile.

    Come spiego dettagliatamente in alcune lezioni della mia Accademia Online ai miei studenti: Non avere fretta nello scattare una fotografia di paesaggio, prenditi il tuo tempo, valuta tutte le possibilità che hai, senti le sensazioni che ti trasmette quel luogo. Più riuscirai a fare questo, più sarai in grado di ottenere una fotografia veramente Spettacolare.

    Ti do alcune linee guida veloci che però miglioreranno sicuramente la tua fotografia fin da subito:

    • Guarda l’ambiente circostante in modo completo (ci sono degli scorci?, qualcosa che può farmi da soggetto?)
    • Individua il punto in cui puoi prendere una quantità maggiore di paesaggio
    • Inserisci su uno dei punti focali della regola dei terzi un soggetto o un oggetto particolare (Questa è una strategia che nessuno usa quasi mai)
    • Fai delle prove per capire quale è la combinazione esatta di tempo, iso e diaframma che ti permette di avere una fotografia spettacolare.

    ERRORE N. 6: CONTRASTI ECCESSIVI.

    Immagina di guardare un paesaggio, a mezzogiorno. Il sole è alto e la luce è veramente forte, questo genera delle zone in ombra decisamente fastidiose. Il nostro occhio, tuttavia riesce comunque a vedere tutto con chiarezza.

    Quello che però devi sapere è che la tua fotocamera, in situazioni come questa, non sarà in grado di rendere il risultato finale come lo vedi a occhio nudo.

    In questo caso hai 2 soluzioni:

    La prima, è aspettare che cambi la luce, in un ora diversa della giornata. Ma magari sei di fretta, sei li solo di passaggio, domani riparti e torni a casa alla solita monotonia e quel paesaggio, quella sensazione di tranquillità e pace non potrai immortalarla.

    Ovviamente questa scelta non fa al caso nostro: Noi in ogni circostanza (e questo lo ripeto molte volte nella mia Accademia Online, dando anche dei suggerimenti concreti per la maggior parte delle situazioni) dobbiamo essere in grado di ottenere il miglior risultato possibile.

    Ti voglio svelare una delle “Chiavi” che ti permetteranno di ottenere fin da subito risultati notevolmente migliori in queste situazioni.

    Leggi con attenzione: Configura le impostazioni di scatto in modo che le parti più chiare non siano sovraesposte, cioè totalmente bianche. Questo toglierebbe tutti i dettagli e quindi sarebbe impossibile poi, quando andrai a bilanciare i toni con un programma di editing, recuperarli.

    Credimi, questa piccola accortezza, ti darà veramente tante soddisfazioni.

    ERRORE N. 7: ASSENZA DI PROTAGONISTI.

    Comunemente nelle fotografie di paesaggio, gli oggetti principali tendono ad apparire molto lontani facendoli perdere nel resto del paesaggio come un elemento in più al suo interno.

     Ricordati che il paesaggio può essere veramente bellissimo, ma ovviamente, per ottenere una foto mozzafiato non può essere l’unico elemento presente. Ciò che rende una fotografia di paesaggio decisamente di un altro livello è la presenza di un elemento chiave, un qualcosa che le persone consapevolmente o inconsapevolmente nota.

    Inizia dalla prossima fotografia che scatti a usare alberi, fiumi, rocce, sentieri e qualsiasi altro elemento che trovi attraente per aiutare a dirigere lo sguardo dell’osservatore e dare loro un “senso del luogo”, cioè farli immergere completamente come se si trovassero all’interno della fotografia.

    ERRORE N. 8: FONDO SENZA INTERESSI.

    Nella maggior parte delle fotografie di paesaggi che puoi trovare su Internet, lo sfondo è il protagonista della scena. Questi tipi di fotografie non suscitano molto interesse per lo spettatore a meno che il paesaggio non sia così spettacolare che, di per sé, lascia tutti a bocca aperta.

    Nei diversi luoghi in cui farai le tue fotografie, presta molta attenzione allo sfondo delle foto poiché nella fotografia di paesaggio, lo sfondo conta davvero. Ricorda che la nitidezza è essenziale in questi tipi di fotografie e l’intera scena deve essere chiaramente distinguibile. Ottenere sfondi attraenti sarà la chiave per le tue fotografie per ottenere l’impatto desiderato.

    Come ti ho detto all’inizio dell’articolo, riuscire a scattare ottime fotografie di paesaggi non è affatto un compito facile e uno dei motivi è che devi combinare tutti gli elementi presenti nella scena, per ottenere una fotografia di grande effetto, poiché puoi manipolarli, puoi solo posizionarli nella cornice.

    ERRORE N. 9: MODALITÀ IMPROPRIA.

    Ci sono passato anche io, ho preso la mia prima fotocamera, sono andato sopra San Vigilio (un poso molto suggestivo a Bergamo, dove vivo), ho settato la modalità paesaggio e click.. è uscito una merda (scusa il francesismo)

    Ricordati che per imprimere nella fotografia ciò che hai in mente, devi usare SEMPRE, te lo ripeto.. SEMPRE, la Modalità Manuale.

    Questa è una cosa fondamentale, che ai miei studenti della mia Accademia Online Photo Academy insegno SEMPRE.

    Devi abituarti a scattare in modalità manuale, infatti All’interno della mia Accademia Online ho perfino creato un corso apposito: Photo Academy – Corso Base, dove ti insegno esattamente come si utilizza la modalità manuale.

    ERRORE N. 10: ELEMENTI MANCANTI.

    In un paesaggio non troverai solo nuvole, montagne, alberi, fiumi e rocce, ma troverai anche, anche se all’inizio potresti non accorgertene, infinite linee e forme che, anche se non sembrano, sono lì.

    Tutti gli elementi che compongono una fotografia hanno un significato e una direzione a seconda di come li disponi o li usi, le tue fotografie acquisiranno un carattere totalmente diverso o un altro. Usa questi elementi per guidare lo spettatore lungo il percorso che hai ideato per le tue fotografie.

    Come in tutto il resto dei rami fotografici, anche nella fotografia paesaggistica devi sempre tenere in considerazione il messaggio venga comunicato e le sensazioni da trasmettere, quindi sii chiaro sullo scopo, e utilizza tutti i mezzi (naturali) per raggiungerlo.

    Ci sono ovviamente, molti altri accorgimenti e soprattutto la mentalità per poter scattare delle ottime fotografie SEMPRE.  

    Immagina di avere un Accademia di Fotografia, un posto dove sono racchiusi numerosi corsi di fotografia, interamente online (quindi che potrai vedere quando vuoi e dove vuoi), che sazieranno la tua conoscenza fotografica e dove troverai consigli veramente utili e senza fronzoli.

    E se ti dicessi che questo esiste già?

    Vuoi iniziare a sorprendere tutti con le tue fotografie, avere un profilo Instagram da far invidia a dei professionisti?

    Clicca qui e unisciti adesso a decine di studenti soddisfatti

    Un abbraccio,

    Fabio